Per “non autosufficienza consolidata” si intende l’insorgenza di una delle seguenti due condizioni:

  • Il soggetto si trova nell’impossibilità fisica totale e permanente di effettuare da solo almeno tre dei quattro atti ordinari della vita (lavarsi, mangiare, spostarsi, vestirsi,
    secondo le definizioni dell’Allegato A) e necessita in modo costante: dell’assistenza di unterzo che compia i servizi di cura a domicilio o di sorveglianza medica e di trattamenti di mantenimento prestati in regime di ricovero di lunga degenza; OPPURE
  • Il soggetto sia affetto da demenza senile invalidante o dalla malattia di Alzheimer – diagnosticata per la prima volta dopo l’inizio della copertura, verificata da un referto medico e dopo esame dei risultati di test psicotecnici effettuati da un neuropsichiatra (test Mini Mental Status Esame di Folstein)- e necessiti in modo costante dell’assistenza di un terzo che la sorvegli e/o compia i servizi di cura a domicilio o di sorveglianza medica e di trattamenti di mantenimento prestati in regime di ricovero di lunga degenza.

I rimborsi vengono erogati – per conto di Sanifonds Trentino e in attuazione di una polizza collettiva contratta allo scopo – tramite UniSalute a cui deve essere inviata la richiesta di rimborso secondo la procedura indicata nel Vademecum inviato in formato elettronico al datore di lavoro.

L’iscritto può optare alternativamente per l’erogazione di una delle due coperture descritte in seguito.

Erogazione di indennità sostitutiva

L’iscritto può optare per la corresponsione di una indennità sostitutiva pari a euro 7.200(600 euro/mese).

Prestazioni di assistenza sanitaria e socio-sanitaria

L’iscritto ha diritto ad un massimale annuo di euro 8.640 (720 euro/mese).